https://playmode.it/

Having Fun, Seriously

GIOVANNI BORDIN ART DIRECTOR

Il West e i rodei hanno sempre suscitato in me un grande fascino: un universo denso di storie, simboli e riti che configurano un'identità e un'estetica chiare e iconiche. Questa identità non è però statica, evolve, riflettendo le persone che la animano. È per questo che sono rimasto affascinato dal lavoro di Anna Ottum: i suoi scatti sul mondo dei rodei ci mostrano proprio come l’archetipo riesca ad essere riconoscibile pur cambiando: https://www.booooooom.com/2024/05/15/photographer-spotlight-anna-ottum/.

MATTIA DI LORENZO HEAD OF SOCIAL & CONTENT

Alzi la mano (pun intended) chi è rimasto deluso da come l’AI disegna le mani. No, non siamo i soli: anche KFC, che nel dubbio ci fa una campagna per promuovere le nuove nuggets. Ciliegina sulla torta, la CTA che invita a creare la propria versione in-app tramite l’AI di META. Apprezzo il pensiero laterale: chi l’ha detto che un bug debba sempre limitarci? https://www.instagram.com/kfc/reel/C5jRmnEpaC2/.

MARIJANA MAKSIMOVIC SOCIAL & CONTENT MANAGER

Falso mito: i SMM prediligono la comunicazione digital all’analogica. Pen&Paper, la campagna Moleskine lanciata il 22 aprile scorso, esprime esattamente il mio pensiero a riguardo: una comunicazione non preclude l’altra. Date un occhio ai 200 manifesti disegnati a mano ed esposti dal brand: a me ricordano molto la mia agenda: https://www.moleskine.com/it-it/il-mondo-di-moleskine/the-power-of-pen-e-paper/.

MICHELA DE PELLEGRIN HEAD OF STRATEGY

Consiglio più che mai la lettura dell'edizione #28 di Una Goccia, la newsletter dedicata al digitale e affini, curata da Priscilla De Pace. Il tema centrale è l'evoluzione del "terzo spazio", un concetto alla base di molte campagne di brand che offrono esperienze memorabili fuori dagli spazi tradizionali di casa e lavoro, per spostarsi nel "quarto spazio", riassumibile ad esempio nel portmanteau "coffice". Come i brand si approcceranno a questo spazio e cosa riusciranno a costruirvi sopra è ancora tutto da scoprire. Personalmente, non vedo l'ora di saperne di più!

ALESSIA BUIATTI CREATIVE DIRECTOR

Primo: perché ci piacciono i panini. Secondo: per tutto il sentimento che c'è dentro (non ai panini!). Terzo: per l'uso sapiente della luce. Panino Films, casa di produzione di Milano, è la nostra amata crush odierna. Cos'ha di speciale? L'uso sapiente della tecnica, humour e morbidezza, fondato storytelling e un pizzico di follia. Da non perdere (astenersi nostalgici!) il documentario Giuseppe: https://www.paninofilms.com/.

GIOVANNI BORDIN ART DIRECTOR

Cose belle incontrate per caso. L’illustratrice vietnamita Camelia Pham. Colori, pattern, geometrie e dettagli che mixano cultura pop e arte tradizionale asiatica: https://www.cameliapham.com.

ALESSANDRA GATTI PRODUCER

L'ultimo prodotto del delirio collettivo dei nostri tempi è il primo videoclip ufficiale realizzato con l'AI, nello specifico con Sora, ed è il video di "The Hardest Part" dei Washed Out. Un miscuglio di immagini oniriche più simile a un incubo che a un sogno, visioni oscure, corpi distorti. Di sicuro piacerà agli amanti del nightmarecore, noi invece VOGLIAMO I PROMPT!

ALESSIA MARZIN CONTENT STRATEGIST

Sto amando il progetto di Pablo Delcan "Non-AI generative art model". Funziona - quasi - come Midjourney, solo che non è un'AI ma Pablo in persona da dietro la sua scrivania che legge, INTERPRETA i prompt degli utenti, e risponde con meravigliose cartoline B&W. "Interpreta" è volutamente in caps lock perché è proprio la sensibilità artistica che sbatte in faccia all'AI che siamo più creativi noi, e che quel "Non" davanti ad AI aggiunge significato, il significato del limite, di chi ha colto una potenzialità laddove sono in tanti a vedere la fine del proprio lavoro. Buon divertimento: https://www.delcan.co/promptbrush.

CHIARA CERENTIN VISUAL DESIGNER

BrickIt, un'app che utilizza l'IA per riconoscere i mattoncini Lego e suggerire costruzioni, unisce innovazione digitale e gioco tradizionale, offrendo nuove opportunità creative. Tuttavia, se da un lato semplifica la creazione, dall'altro potrebbe limitare l'inventiva, spingendo verso standard predefiniti invece di incoraggiare originalità e creatività, principi fondamentali del mondo Lego.

YANNICK REN VISUAL DESIGNER

Surreal. Non solo di nome, ma di fatto, l’azienda inglese che produce cereali ha rotto la quarta parete, con la collaborazione di Rock Soup Media. I co-fondatori, travestiti da ‘”team sales”, hanno preso d’assalto le strade, vendendo personalmente il loro prodotto ai passanti. Un mix perfetto di tradizione e innovazione, con un tocco visivo che non passa inosservato. https://www.buildhollywood.co.uk/work/surreal/

FEDERICA D'INCÀ SOCIAL & CONTENT MANAGER FOR BEAUTY BRANDS

It’s my Kiko Milano. On air oggi la nuova campagna prodotto di Kiko, anche se il prodotto a mio avviso non è assolutamente in primo piano. Lo è invece il nuovo path del brand, dopo l’acquisizione per la maggioranza dal fondo L.Catterton. I piedi sono ben ancorati alla milanesissima identità, un occhiolino va ai mercati esteri con Emma Roberts come Global Brand Ambassador e una strategia push & pull che promette essere da manuale.  : https://www.linkedin.com/posts/kiko-make-up-milano---percassi_emmaloveskiko-kikomilano-kikounlimiteddoubletouch-activity-7199389472726171648-eyJq

MARCO FONGARO COPYWRITER

LEGO® DREAMZzz™: io ci gioco. 3 anni di ricerche per creare una IP fantasy che include set di costruzioni, serie animata e studi su sonno e creatività. Tra tanti progetti per genitori e figli questo è IMHO un inedito punto di incontro tra un’esperienza educativa e una certa nostalgia canaglia che tocca il cuore dei genitori, aiutandoli ad affrontare la prossima giornata con il coraggio di un bimbo di 7 anni. Ah già: oggi esce la 2a stagione.

MARCO DE BENEDICTIS VIDEOMAKER

Strasburgo, Capitale Mondiale del Libro UNESCO 2024, ha dato il via a un anno ricco di eventi con un'iniziativa artistica davvero speciale. Un tram cittadino è stato decorato con buffe illustrazioni di animali di Anouk Ricard, dando il via alla prima fase del programma sotto il tema "Strasburgo, Città di Incontro per Idee e Dibattiti": https://www.patricia-lucas.com/projet/un-tramway-nomme-anouk.

ANDREA DI GIORGIO VIDEOMAKER

In un futuro prossimo, l'aria pura diventa un lusso accessibile solo a pochi privilegiati, come nel corto AI "Airoin" di HUB09. Questo progetto, realizzato in occasione della Giornata della Terra, è completamento creato con l'uso dell'Intelligenza Artificiale. Il corto dipinge un mondo distopico in cui le prime Boutique dell'Aria emergono come luoghi esclusivi e inaccessibili dove la purezza dell'aria è venduta come la nuova droga del millennio.

FEDERICA D'INCÀ SOCIAL & CONTENT MANAGER FOR BEAUTY BRANDS

Olivier Guetta ha un passato nell'industria beauty e una specializzazione nella GenAI. Il suo lavoro con Midjourney in cui simula la creazione di un'intera linea skincare per Nike è senz'altro da non perdere: https://www.linkedin.com/posts/olivier-guetta-4a423321_midjourney-ai-marketing-activity-7178650706046767104-GRrZ.

MATTIA DI LORENZO HEAD OF SOCIAL & CONTENT

Momento club del libro! Sono un lento lettore e in questi mesi mi ha tenuto compagnia "La Macchina Del Caos" di Max Fisher. L'autore distrugge il paradigma del "sono gli utenti a utilizzare i social network in modo sbagliato" perché la realtà è ben differente: grazie allo sfruttamento di principi socio-psicologici e l'evoluzione degli smartphone, siamo inconsciamente mediati, filtrati, controllati dai colossi social. Consigliatissimo, ma avviso: fa incazzare.  

MARIJANA MAKSIMOVIC SOCIAL & CONTENT MANAGER

Nuovo giorno, nuova viralità: con soli 12 secondi di video la modella Leah Halton svetta in top 10 tra i video più visti di sempre su TikTok, con interazioni impressionanti. Sappiamo che l'algoritmo valorizza semplicità e immediatezza, ma anche la casualità sembra essere preponderante: basta canticchiare YG Marley per ottenere un effetto domino, alimentato dagli stessi utenti? Provo e vi dico.

FEDERICA D'INCÀ SOCIAL & CONTENT MANAGER FOR BEAUTY BRANDS

WYN Beauty è l'ennesimo beauty brand rappresentato da una celeb - in questo caso Serena Williams - che non ci meritiamo, ma che identity pazzesca! La shade scelta per il packaging è la stessa della pallina da tennis, un link direttissimo con l'universo personale dell'atleta, arricchito da un'identità di brand forte, imponente e colorata.

MICHELA DE PELLEGRIN HEAD OF STRATEGY

Mi affascina notare come a partire da un insight, l'output di una campagna di comunicazione possa prendere strade opposte a seconda di chi ne "governa" il messaggio. E di come queste campagne possano generarsi all'interno di un team di lavoro popolato da creativi diversi, con linguaggi prioritari differenti: immagini o parole.

  • C'è il caso di Kiehl's con l'ultima campagna nata dall'urgenza di schierarsi contro il fenomeno allarmante dei "Sephora Kids" con un messaggio visivo in cui l'Art Direction è il vero cuore del concept, tanto da mancare persino un pay-off identificativo.
  • Stesso identico tema, ma diverso il caso di Dove con #TheFaceof10 in cui le immagini semplicemente accompagnano un messaggio forte cedendogli totalmente il posto, tanto che potrebbero persino sparire.
ALESSIA BUIATTI CREATIVE DIRECTOR

In 1 minuto e mezzo ci fa male, molto male. Dopo la prima battuta, vorremmo skippare. Ma qualcosa ci tiene incollati. La sincerità. La commozione. La tecnica. Poi arrivano le immagini amatoriali e tutto diventa perfetto. Una persona su tre al mondo soffre di demenza senile. Mia madre sarà una di quelle? Io sarò una di quelle? Un annuncio perfetto per un tema allo stesso tempo intimo e universale.

ALESSANDRA GATTI PRODUCER

Cose che ci piacciono sul set:

  • la macchinetta del caffè
  • quello della crew che porta sempre le brioches
  • beccare le luci giuste al primo colpo
  • finire in tempo per la pausa pranzo
  • la musica alta per combattere l’abbiocco
  • “buona la prima, facciamone un’altra per sicurezza”
  • girare l’ultima scena prima delle 18
LUANA DANIEL VISUAL DESIGNER

Ehi! Hai visto? Monotype ha rilasciato il suo report annuale, un viaggio emozionante nel mondo della tipografia. Jordan Bell e Damien Collot hanno evidenziato progetti innovativi che catturano l'essenza del nostro tempo attraverso i caratteri. Il mio prefe? Quirk! andate a pagina 33 del pdf che trovate qui: https://www.monotype.com/sites/default/files/2024-02/Monotype_Type_Trends_2024_EN_5.pdf.

ALESSIA MARZIN CONTENT STRATEGIST

"Platforms are eating the world" scrive Choudary, e l'industria musicale non fa eccezione. C'è però chi cerca l'alternativa promuovendo un album con un mezzo che ci riporta agli anni 2000: è Cindy Lee con Diamond Jubilee. No Spotify&Co, solo un (volutamente) brutto sito #Y2K e offerte via Paypal. Scelta consapevole o ricerca dell'ennesimo fad? Lo deciderà TikTok. Intanto buona visione/ascolto: https://www.geocities.ws/ccqsk/.

CRISTINA DE PRÀ HEAD OF ADVERTISING

#Meta (big) News! 📣 E a comunicarcela è proprio Zuckerberg: Meta ha lanciato un nuovo assistente virtuale, Meta AI, per le sue piattaforme Facebook, Instagram e WhatsApp. Al momento disponibile sono il alcuni Paesi (non in Italia), questa AI è già stata definita come competitor di ChatGPT, tuttavia i presupposti sembrano dirci che sarà molto più strutturata se pensiamo che verrà integrata nelle stesse piattaforme Social.  Mark è stato chiaro: “Our goal is to build the world's leading AI”.

ARIANNA PERISSOTTO SOCIAL & CONTENT MANAGER

Stupita di come alla Design Week, dopo anni spesi a creare un mondo iperconnesso, ci si ritrovi a celebrare il lancio di un'emulazione del Nokia 3310 del 2000. The Boring Phone di Heineken e Bodega è senza app e consente solo chiamate ed sms per migliorare la condivisione. Forse "eravamo felici e non lo sapevamo", ma sembra chiaro come il ritorno al passato stia diventando ben più che un semplice trend.

MARCO FONGARO COPYWRITER

L’informazione, per essere libera, deve essere pagata? La SABEW ha assegnato i premi 2023. Molti sono andati a The Information, testata in controtendenza: sito full paywall, niente adv e giornalismo senza compromessi (no ibridi con i social media). Per le flash news ci sono le agenzie di stampa, mentre inchieste e approfondimenti sono compito dei periodici, e la qualità si paga.

MICHELA DE PELLEGRIN HEAD OF STRATEGY

Su TikTok sono esplosi i neologismi. In questo post mi ero già addentrata nel nuovo codice verbale alternativo che ha dominato la piattaforma con le Creators attive su OnlyFans. Ma ora il trend sembra fuori controllo. Se vi imbattete in terminologie quali "almond mom" " polywork" "e-girls" e vi sentite un po' spiazzati, leggete questo articolo scovato grazie a Priscilla De Pace, e consolatevi al pensiero di "non sono io, sono loro": https://www.vox.com/culture/24062406/tiktok-trends-slang-terms-coining.

GLORIA VARDANEGA SOCIAL & CONTENT MANAGER

Un insight... puramente sociologico! È proprio quello che è stato usato nella campagna "Assume That I Can" che, partendo dal Teorema di Thomas (se si "definiscono certe situazioni come reali, esse sono reali nelle loro conseguenze"), punta a ribaltare la visione stereotipata delle persone con sindrome di Down. Con un montaggio dinamico e una fotografia piena di contrasti tra scene dai toni scuri e scene luminose, viene messa in discussione una visione fortemente stereotipata. Un esempio da studiare (e condividere)!

ALESSIA BUIATTI CREATIVE DIRECTOR

Avete notato il prepotente ritorno alla pellicola nelle produzioni foto e video? Sparita non lo era mai stata, ma con l'avvento del digitale era stata messa un po' da parte. Ora invece la riscopre non solo il cinema, ma anche il marketing per la moda, la musica, il turismo. Perché ci piace?  Per la nostalgia e la matericità. In un mondo di AI, ci ricorda quanto siamo fatti di fuoco e sangue: https://www.instagram.com/p/C35xsp4utEx/.

MARIJANA MAKSIMOVIC SOCIAL & CONTENT MANAGER

Instagram VS TikTok: il primo passa a 1,47 miliardi di utenti contro gli 1,12 del secondo. I reels salvano IG, ma il coinvolgimento resta più alto su TikTok (95 min. vs 62), merito forse del target principale della piattaforma (16-24 anni)? Vedremo come evolve la sfida, considerate le procedure formulate da parte dell'UE a contrastare le dipendenze comportamentali e gli effetti da "tana del Bianconiglio" della piattaforma cinese.

GIOVANNI BORDIN ART DIRECTOR

“Who is Sabato De Sarno? A Gucci Story”. È il cortometraggio appena uscito su MUBI che racconta l’esordio, nel settembre 2023, di Sabato De Sarno come Direttore Creativo di Gucci. Oltre ad essere fighissimo questo doc per me è l’ennesima prova che dimostra come il successo di un direttore creativo risiede nella capacità di creare un mondo a sé stante, un universo creativo che va oltre i confini. Un’estetica e un messaggio capace di emozionare e di diventare altro: un film, una rivista, un evento, una sfilata, un’opera d’arte, una playlist da ascoltare...

ANDREA DI GIORGIO VIDEOMAKER

“Instagram” e “Organico”, due parole che vengono accostate molto spesso quando si parla di social media strategy. Ma questa volta hanno un altro significato. Instagram, insieme a Studio Dumbar, infatti rinnova la sua espressività, presentando un nuovo stile di animazione per la sua piattaforma, che vede movimenti più organici, più imperfetti, più umani, per avvicinarsi al pubblico della Gen Z. Ci saranno riusciti?

MARINA BALDOTTO ADVERTISING MANAGER

Le nuove opzioni di privacy di LinkedIn influiranno sulle Campagne ADV della piattaforma? Sicuramente ti è comparso, o ti comparirà a breve, il nuovo pop-up LinkedIn in cui il Social chiede agli utenti se mantenere o meno collegata la propria esperienza personale ai servizi della piattaforma, per permettere di continuare a migliorare e personalizzare l'esperienza di ciascuno. La domanda che ci si pone è quindi: queste nuove opzioni di privacy influiranno sulle Campagne ADV? Sì, in parte. Le nuove regole influiscono sulla targetizzazione di criteri come dli "interessi" o il "fatturato dell'azienda". Qui un link per approfondire: https://www.linkedin.com/help/lms/answer/a6235501?lang=it-IT.

CHIARA CERENTIN VISUAL DESIGNER

Che lo ami o lo odi, il Comic Sans ha comunque lasciato un’impronta nel mondo tipografico. Un font utilizzato a sproposito nei contesti più disparati, ma definirlo brutto non è corretto, un font deve essere scelto per la sua funzionalità e adattabilità al contesto, anziché sulla base estetica. Thomas Steeles indaga le origini del font più odiato del mondo in: Comic Sans - is it really that bad?.

ARIANNA PERISSOTTO SOCIAL & CONTENT MANAGER

Multicanale e Multitarget: affascinata da "Rent your Sunset". Straordinaria dimostrazione di come sia possibile agire simultaneamente su diversi fronti: premiando le finestre più suggestive, #Corona offre un'esperienza unica ai consumatori e per gli esercizi commerciali. In un colpo solo promossi prodotto, abitudini dei consumers, spazi pubblicitari alternativi e locali. Solo una parola: chapeau! Per approfondire: https://rentyoursunset.com/.

ALESSIA MARZIN CONTENT STRATEGIST

Iscrizioni a NL di cui non mi pento:

…che poi sicuro mi sono iscritta alle altre perché uno di loro me le ha consigliate! 

YANNICK REN VISUAL DESIGNER

Una notizia d’oltralpe… avete presente Whiskas? La necessità del brand francese top of mind di cibo per gatti di riposizionarsi sul mercato (e a scaffale) per emergere tra i big del settore, ha portato a un risultato cat friendly, pop, glitter, rosa fluo, con palloncini e textures morbide. Insomma, CATTITUDE, CATTITUDE, CATTITUDE!… E non solo sul pack: Whiskas sui social è diventato – letteralmente – un “felino”, e quindi più vicino al consumatore finale, più moderno. Che dire, è proprio roba da gatti! Date un'occhiata: https://worldbranddesign.com/whiskas-bringing-cattitude-to-the-category/.

ALESSANDRA GATTI PRODUCER

Un laboratorio futuristico nello spazio, estetica grunge e 30 cloni di Kim Kardashian (i "kloni"): è la nuova campagna del suo brand di shapewear, Skims, la prima in assoluto pensata per la TV prima che per i social. Un passo verso una nuova nicchia di mercato per cui era essenziale metterci la faccia, anzi, 30 facce. AI? No, solo 3 intere giornate di riprese. Noi del team diciamo: "tutto giusto"!

LUANA DANIEL VISUAL DESIGNER

Hai sentito parlare di "MoMA Postcard"? È un'iniziativa al MoMA di NY che sta scatenando discussioni sull'arte digitale. Con NFT e Metaverso, puoi creare e condividere opere d'arte pixelate. Ma c'è chi si chiede se questa sia una vera forma d'arte o solo una moda passeggera. Cosa ne pensi? Noi, nel frattempo, abbiamo fatto la nostra! 

GLORIA VARDANEGA SOCIAL & CONTENT MANAGER

Quando la visione cinematografica incontra la promozione commerciale: "Hello Down There" di Martin Scorsese per il Super Bowl. La narrazione del commercial gioca sull'assurdo e mette in campo alcune tematiche attualissime legate alla dipendenza dai device digitali, con un pizzico di ironia, arrivando poi ad una conclusione che definirei quasi catartica. Vedere per credere.

FEDERICA D'INCÀ SOCIAL & CONTENT MANAGER FOR BEAUTY BRANDS

Nel 2024 i brand specializzati nell’anti-aging agiranno per raggiungere target più giovani (secondo Jessica De Fino, celebre Beauty Editor). Mara Beauty inizia a farlo dal packaging del suo nuovo lancio, scegliendo un font molto diverso dal solito sans serif elegante e sofisticato: www.instagram.com/p/C13SyH6ruPz. Ma, alla luce del fenomeno delle “Tween takeover Sephora”, abbiamo davvero bisogno che l’anti-aging si apra a un segmento a cui evidentemente non appartiene? Io dico di no.

ALESSANDRA GATTI PRODUCER

Reale e credibile è sempre meglio di finto e immaginifico? Ultimamente ci è capitato di dover scegliere tra scattare delle persone reali, e ottimizzare tempi e costi utilizzando l’AI. È meglio un soggetto un po’ finto ma contestualizzato alla perfezione, o un compromesso di soggetti e scenografia concessi dal budget? Noi non ci siamo ancora risposti, Etro invece sembra proprio di sì! 

ARIANNA PERISSOTTO SOCIAL & CONTENT MANAGER

Ryanair su Threads? I botta e risposta con la community sono il loro punto forte, ma il vero nurturing richiede autenticità e oggettività. L'audace tendenza al confronto sta infatti scatenando reazioni intense: si distinguono in real time, ma sottovalutano i rischi che spesso portano a dibattiti accesi. In sintesi: in un panorama di comunicazioni omologate, Ryanair si fa notare, anche se il community management viene tralasciato. Nel dubbio, le interazioni arrivano.

DANIIL KOPIEV ADVERTISING MANAGER

Google Consent Mode v2, obbligatoria da marzo 2024, è una nuova soluzione di Google per assistere gli inserzionisti nell'adeguarsi alle leggi sulla privacy e sul consenso senza compromettere la raccolta di dati tramite servizi come Google Ads e Analytics. La maggior parte di tool per la gestione dei cookie verrà aggiornata automaticamente se implementata mediante plugin all'interno del sito web. Invece, chi ha optato per l'implementazione attraverso GTM o in codice, dovrà aggiornare manualmente le configurazioni dei tag o degli snippet di codice. Let us know se volete un tutorial :-) 

ALESSIA BUIATTI CREATIVE DIRECTOR

Oggi la nostra crush è Mattia Balsamini, fotografo di Pordenone che disegna mondi precisi e sfumati, bilanciati e assurdi. Con Mattia ci sentiamo su un battello notturno nel Nilo, nella provetta di laboratorio del dottor Oppenheimer, in una realtà che diventa sogno, Zaha Hadid nel 2054, un'opera d'arte non ancora realizzata. Grazie Mattia per l'ispirazione, sei sicuro che fotografi e basta? https://mattiabalsamini.com.

MARINA BALDOTTO ADVERTISING MANAGER

L’intelligenza artificiale sta rimodellando il marketing sui social media in modo significativo sia lato contenutistico sia lato advertising.  Come? Consentendo la personalizzazione e la modifica di contenuti visivi, la segmentazione più accurata del pubblico, l’utilizzo di chatbot per migliorare l’esperienza utente e l’utilizzo di tool di analisi su A/B test basati sui dati. Qui un breve, ma interessante, approfondimento: https://searchengineland.com/ai-elevate-social-media-campaigns-437465.

MARIJANA MAKSIMOVIC SOCIAL & CONTENT MANAGER

2023: FKA Twigs posa seminuda per Calvin Klein e lo spot viene ritirato perché offensivo. 2024: Posa Jeremy Allen White in solo underwear la campagna diventa virale. E poi c'è "Drink NAKED. Yes, Chef!” di BRLO che fa della pubblicità di Calvin Klein la sua parodia: l'ironia per promuovere una narrazione più inclusiva e meno stereotipata del corpo maschile. BRLO cavalca un trend, lanciando un messaggio preciso: real time marketing a regola d'arte.

ALESSIA MARZIN CONTENT STRATEGIST

Se tutto è sempre più a portata di mano, come facciamo a dire al nostro braccio (a quello di un ragazzino!) "smettila di prendere"? Ci ho pensato vedendo le IG stories di @ilgiardinodiadele sul fenomeno #KidsAtSephora e #TweenSkincare. Lei si è mostrata preoccupata degli effetti di ingredienti aggressivi, io da markettara rifletto su come posso evitare che un genitore dia al figlio pre-adolescente una carta da strisciare in solo onore del "mamma, l'ho visto su TikTok!". 

FRANCESCA SARTOR ADVERTISING MANAGER

In un mondo in cui la vendita online si sta diffondendo sempre più velocemente, la differenziazione risiede nella capacità di offrire esperienze d’acquisto innovative ed entusiasmanti. Per questo è fondamentale comprendere le tendenze del settore e i comportamenti dei consumatori. Vediamo, quindi, quali sono i trend e-commerce per il 2024: www.the-future-of-commerce.com/2023/12/20/e-commerce-trends-2024.

MATTIA DI LORENZO HEAD OF SOCIAL & CONTENT

Spopolano gli influencer dichiaratamente creati con l'IA. E quindi: chi ha potere di spesa acquisisce dati, investe nella creazione di influencer estremamente customizzati per pubblici altrettanto definiti con la piena libertà di lanciare messaggi di qualsiasi tipo: non parlo di mera promozione di prodotti o servizi, ma di messaggi di tipo sociale, culturale o perfino politico - facendo centro, visto il pubblico altamente ingaggiato. Che sia ora di regolamentazione? 

YANNICK REN VISUAL DESIGNER

Quando il design non pubblicizza solo prodotti e servizi, ma informa. L’iniziativa di Publicis Norway tenta di porre l’attenzione su una crisi imminente e aggiorna il logo delle Nazioni Unite con aggiustamenti grafici che visualizzano le conseguenze geografiche dell’innalzamento del livello del mare. Il design vuole sensibilizzare ed essere testimone di un momento storico unico: https://theclimatechangedlogo.com

GIOVANNI BORDIN ART DIRECTOR

Creare immagini e, più in generale, progettare, non è soltanto una questione di ispirazione o talento, come molti credono. Un buon progetto è sempre il risultato di un problema ben impostato, della capacità di mettersi nei panni del proprio pubblico, della conoscenza delle nostre predisposizioni biologiche e delle convenzioni socio-culturali. Riccardo Falcinelli spiega chiaramente e in modo leggero questi e altri concetti in questo vecchio TEDx Talk. 

CRISTINA DE PRÀ HEAD OF ADVERTISING

Dopo Amazon arriva Google: pochi giorni fa il CEO di Pinterest, Bill Ready, ha annunciato che Google sarà il secondo partner pubblicitario di terze parti della piattaforma Social. Cosa offre ai brand questa partnership? Ovviamente l'opportunità non solo di ampliare la propria reach, ma di farlo anche in un Social i cui gli utenti sono particolarmente attivi e tendenzialmente medio-alti spendenti: https://searchengineland.com/pinterest-ad-partnership-google-437390.

MICHELA DE PELLEGRIN HEAD OF STRATEGY

Credo che l'insight sia un concetto semplice, ma difficile da concettualizzare. 
Credo che l'insight sia sotto gli occhi di tutti, che aspetti solo di essere trovato. 
Credo che l'insight sia un messaggio lineare, che spesso ci ritroviamo a complicare.  
Credo che l'insight racconti di pochi, ma che parli a tutti. 
Credo che l'insight non sia la risoluzione a un problema, ma l'individuazione di un bisogno. 
Credo che all'insight si arrivi con l'elaborazione, non con l'evidenza. 

BEATRICE TONON ART DIRECTOR

Il successo di Jacquemus è anche frutto delle campagne geniali dell'agenzia Yoann Et Marco, fondata dai fratelli Maestri. Uno dei migliori lavori a mio parere è il temporary shop realizzato come se fosse una vending machine, una moda a portata di tutti, un concept unico e a tratti paradossale, dimostrando come la vera genialità emerga quando il designer è libero di esprimersi senza vincoli. www.instagram.com/p/CW_R-1MrqnX.

BEATRICE TONON ART DIRECTOR

Un manifesto di F. Seneca, ideatore delle immagini per i celeberrimi Baci Perugina. Probabilmente tra i meno iconici, ma racchiude in pochi essenziali elementi una narrazione unica, dinamica e romantica. Percepiamo la sagoma cioccolatosa dei due innamorati, e il movimento accentuato dalle scatoline che dondolano. Non perdetevi le mostre della collezione Salce a Treviso! Buon San Valentino!

FEDERICA D'INCÀ SOCIAL & CONTENT MANAGER FOR BEAUTY BRANDS

The rumors are true: anatomia di un lancio. Glossier ha recentemente lanciato Full Orbit, il suo nuovo contorno occhi. Un lancio "unconventional" ma non per i motivi che immaginate! E la fanbase ha ovviamente detto la sua. Ho approfondito tutto qui: https://www.linkedin.com/posts/fednc_the-rumors-are-true-glossier-ha-appena-activity-7150783087218458624-Rh8P.

ALESSANDRA GATTI PRODUCER

“Niente cani sul set?” Noi non siamo d’accordo! Vedendo questa campagna Missoni x Poldo firmata Oddproduzioni a noi è venuta voglia di ingaggiare un sacco di cagnolini. Non renderanno la vita sul set facile ma è garantita una bella scarica di dopamina. Qui link al progetto: https://www.oddproduzioni.net/works/missoni-poldo-dog-couture.

MICHELA DE PELLEGRIN HEAD OF STRATEGY

"I came by train" è la campagna multi-asset, ma mono-purpose di Trainline che quest'autunno ha invaso Manchester con manifesti, billboards e calpestabili in tutte le stazioni, sfruttando un multi-concept visual con lo stesso (forte, fortissimo) messaggio: be a climate hero! Merita una visita il sito dedicato: www.icamebytrain.com.

MATTIA DI LORENZO HEAD OF SOCIAL & CONTENT

Il branded entertainment si conferma uno degli strumenti più efficaci per la campagna di comunicazione di brand: prodotti ad alto livello di interesse dove il pubblico non è più lo spettatore ma... il consumatore! E con l'aiuto del giusto ospite d'onore, nasce il capolavoro. Ad oggi questo rimane il mio preferito: equilibrio perfetto di emozione, lifestyle, storytelling e notorietà di cast.

FRANCESCA SARTOR ADVERTISING MANAGER

Nel 2024 il digital marketing continuerà a fare i conti con il tema della Privacy. Google Chrome non supporterà più i cookie di terza e, per gli annunci, sarà richiesta, la Consent Mode V2 che introduce nuovi signals relativi all’accettazione dei cookie per l’invio di dati utente proprietario e di dati per scopi di adv personalizzata. Vediamo allora come potremmo dedurre il comportamento degli utenti.

BEATRICE TONON ART DIRECTOR

In un'era dove l'AI sfida i confini dell'umano, c'è una verità che non cambia: nessun algoritmo eguaglierà mai il genio degli illustratori! Penso per esempio a E.X., Elena Xausa, l'artista Veneta spentasi troppo presto. Elena catturava concetti profondi in tratti semplici. Vi invito a scoprire "Pigrotto", una grandiosa replica di una sua scultura in argilla. Quest'opera incarna l'essenza del suo lavoro fatto di humour, paradossi e oggetti animati: https://www.elenaxausa.com/pigrotto.

ALESSIA MARZIN CONTENT STRATEGIST

Commento a freddo: al di là del mi piace/non mi piace trovo che, soprattutto verso i più giovani, i brand stiano testando una narrazione alternativa del Natale, che mette le lucette sui lati scomodi e abbandona il politically correct per scegliere un nuovo addobbo: l'autenticità. Di patinato sembrano rimaste solo le paillettes sugli outfit, e l'augurio che si fa strada suona sempre più come un "Do it for the plot!"

GIOVANNI BORDIN ART DIRECTOR

Come si fa un box per celebrare i 50 anni del disco più iconico della storia del Rock? Ci hanno pensato Harry Pearce e Jon Marshall di Pentagram. L’idea di strutturare l’intero box celebrativo ricalcando la stratificazione di un sarcofago egizio la trovo geniale. Hanno creato così un link con il tema delle piramidi presente negli art work originali e un’esperienza di unboxing coinvolgente: https://www.pentagram.com/work/the-dark-side-of-the-moon.

MARIJANA MAKSIMOVIC SOCIAL & CONTENT MANAGER

“Lavastoviglie Whirlpool MaxiSpace, pensata per il tuo benessere”. Chiude così la nuova campagna Whirpool firmata da WPP Emea. Ma il benessere di chi? Di una donna la cui massima ambizione è trovare la propria dimensione domestica. Si tratta di una narrazione sfrontata, volutamente patriarcale o di una mancata lettura della contemporaneità? Nel dubbio, l’obiettivo l’ha raggiunto: far discutere.

CHIARA CERENTIN VISUAL DESIGNER

Cosa ne pensate del nuovo colore Peach Fuzz? L’azienda Tealeaves ha le idee chiare a riguardo, per la seconda volta ha creato una miscela ispirata al simbolismo del Pantone dell’anno, influenzata dalla morbidezza di una tinta pesca. Il risultato? Una miscela con il colore e il sapore di pesca e le tinte confortevoli di una tazza di tè. Sarà anche buona? https://www.tealeaves.com/products/pantone-color-of-the-year-2024.

ALESSIA BUIATTI CREATIVE DIRECTOR

Dietro ad ogni campagna c’è un intenso processo creativo fatto di teste che studiano, si confrontano, creano. E quando c’è un video di mezzo? Per noi il tocco dello Screenwriter è irrinunciabile nell'ideare una storia destinata ad essere filmata, disegnando nel dettaglio azioni, dialoghi e luoghi: niente è lasciato al caso, anche per soli 30 secondi! Lo dimostra lo spot in link, prodotto da Dude.

GLORIA VARDANEGA SOCIAL & CONTENT MANAGER

Il potere del word-of-mouth: Baldur's Gate 3 ha contribuito al 40% delle vendite digitali del Gruppo Hasbro, detentore dei diritti del gioco. Poco marketing e asset efficaci: trailer cinematico, un early access per testare la prima fase di gioco e grande personalizzazione di gioco. Il buzz è stato istantaneo e la qualità del prodotto si rivela la scelta più efficace per generare notorietà.

MARINA BALDOTTO ADVERTISING MANAGER

Quali sono i marchi beauty più citati dagli utenti nel 2023? Qual è il sentiment degli utenti verso questo settore? Quali sono state le keywords più utilizzate inerenti al mondo beauty e associabili a specifici marchi? Ce lo dice Social Insider nel suo ultimo interessante report. Caso interessante:  il brand Rare Beauty che vede come principale hashtag correlato non una categoria di prodotto, ma ad una causa sociale che supporta: https://www.socialinsider.io/blog/social-media-beauty-industry/.

ANDREA DIGIORGIO MOTION DESIGNER

Riuscite a distinguere quale immagine è vera e quale generata da un computer? Il segreto sta nel prompt, cruciale per risultati efficaci, come abbiamo appreso in un recente training. L'era dell'IA sta sfumando i confini tra uomo e macchina, influenzando vari settori. La sfida attuale è discernere tra l'autentico e l'artificiale, come questo testo... o forse no?

ALESSIA MARZIN CONTENT STRATEGIST

Usare la prossemica in comunicazione: lo stai facendo bene, decisamente bene. Sto parlando di "At second glance" la campagna di sensibilizzazione sulla depressione della German Depression Aid Foundation, firmata Grabarz & Partner. Bellissima, qui:  https://www.adsoftheworld.com/campaigns/german-depression-aid-foundation-at-second-glance.

GIOVANNI BORDIN ART DIRECTOR

Ultimamente, il lavoro di Andreion de Castro mi ha davvero colpito. La sua ricerca nell'interazione tra colori e forme, unite al movimento, è molto interessante. Andreion è capace di creare delle estetiche narrative che danno vita a identità di brand memorabili: https://www.instagram.com/andreiongd.

ALESSANDRA GATTI PRODUCER

“We don’t want viewers thinking. We want viewers feeling.” Perché le emozioni sono così importanti? Perché sono un linguaggio universale, in grado di superare barriere culturali e linguistiche. La risonanza emotiva potenzia il ricordo del brand, connette il pubblico al messaggio, rende il contenuto efficace nel trasmettere il messaggio. In sostanza, le emozioni sono il vero motore dell'engagement.

FEDERICA D'INCÀ SOCIAL & CONTENT MANAGER FOR BEAUTY BRANDS

Google rincorre TikTok come motore di ricerca? Ora, in Google US sono sbarcati i "dupe", le celebri copie a basso costo di prodotti virali e di fascia premium. Già nel 2022 Think With Google ha notato un aumento del 40% nelle ricerche di articoli duplicati, salito fino al +123,5% nel 2023. Ecco giustificata l’aggiunta della keyword tra gli strumenti di ricerca di Google.

DANIIL KOPIEV ADVERTISING MANAGER

Date un'occhiata all’articolo di Meta dove presentano le nuove feature per generare contenuti tramite L’IA. Emu Video trasforma il testo in video di alta qualità, mentre "Emu Edit" rende l'editing di immagini più semplice e accurato. Queste tecnologie potrebbero essere un game-changer, simili a Midjourney, promettendo di rendere la creazione di contenuti performanti più semplice: https://ai.meta.com/blog/emu-text-to-video-generation-image-editing-research.

YANNICK REN VISUAL DESIGNER

Il video di Natale che scalda il cuore: lo ha realizzato un pub irlandese con soli 800 euro. Si può fare! Bastano un buon camera-phone, creatività, e con un budget minimo si può ottenere un video clip di qualità “quasi” professionale e di successo. Sembra quasi una banalità, ma fa riflettere che, soprattutto con TikTok, il formato social abbia rivoluzionato il mercato della content creation rendendolo accessibile alle piccole imprese.  

BEATRICE TONON ART DIRECTOR

Un'apparente opera di Street Art che racchiude un'operazione di marketing. Così il brand di latte d’avena, Oatly, sbarca in Francia con un effetto wow che si avvicina più al modo dell'arte che al mondo del marketing con una buona dose di ironia! https://www.thedrum.com/news/2023/11/23/ad-the-day-oatly-hacks-outdoor-murals-forced-perspective-stunts.